Una storia che inizia nel 1800

La passione della famiglia Vener per l’arte della distillazione della grappa ha origine nel lontano 1800 a Campodolcino, in alta Valle Spluga, con Battista, bisnonno dell’attuale titolare, e suo fratello Pietro che lavoravano come “grapat”, distillatori stagionali in varie località del Nord Italia.

Nel 1906, il figlio di Battista, Francesco, seguendo le orme del padre, impiantò la prima rudimentale distilleria a Ozzano Taro (PR) per poi trasferirsi a Parma avviando un impianto a caldaiette in Via Spezia vicino a un’antica osteria, ritrovo di carrettieri e trasportatori di ghiaia, ottimi consumatori di grappa.

Successivamente Francesco, con l’aiuto dei figli Battista e Franco, trasferisce la distilleria in Via Volturno rinnovando gli impianti e riuscendo così ad ottenere un prodotto di qualità e oggetto di vari riconoscimenti.

Nel 1975 Francesco, figlio di Battista, dopo la morte del padre e dello zio Franco, rimane unico discendente e proprietario della distilleria e, alla produzione di grappa, aggiunge quelle di nocino, brandy, alcool etilico puro, alcool denaturato speciale in varie formulazioni.

Nel 2000 lo stesso Francesco, impianta a San Pancrazio (PR) in Strada Vallazza, una moderna e funzionale distilleria che gli permette di ottenere un prodotto distillato nel rispetto delle antiche tradizioni e utilizzando la tecnologia più avanzata.

Il nuovo stabilimento, rinnovato e di più ampie dimensioni, ha permesso altresì di implementare una efficiente rete commerciale per gli altri prodotti.